TUTELA ALBERI MONUMENTALI

Ci occupiamo della cura e della salvaguardia del patrimonio arboreo di particolare interesse
Progetto senza titolo (2)

Gli alberi monumentali sono piante riconosciute per il loro valore paesaggistico, naturalistico, storico e culturale.

Per definire la monumentalità di questi esemplari la Regione Emilia-Romagna ha individuato una serie di criteri:

  • pregio naturalistico legato all’età e alle dimensioni
  • pregio naturalistico legato a forma e portamento
  • valore ecologico
  • pregio naturalistico legato alla rarità botanica
  • pregio naturalistico legato all’architettura vegetale
  • pregio paesaggistico
  • pregio storico-culturale-religioso

Nel contesto urbano del Comune di Ferrara esistono cinque anziani giganti che per dimensione, età o rarità sono considerati alberi monumentali e la cui gestione ordinaria e straordinaria è in capo al nostro settore Verde Pubblico: un maestoso Ginko Biloba che con i suoi 20 metri di altezza e quasi 5 di diametro dimora nel giardino della Biblioteca Ariostea da almeno 250 anni, un Platano gigante da 552 cm di diametro (Fondo Reno, Via Catena 63), un Pioppo  canescente alto 24 metri (Palazzo dei Diamanti) e infine, ospitati all’interno di Parco Massari, un imponente Cedro del Libano alto 23 metri e il suo vicino, un Bagolaro, della stessa altezza.

MONITORAGGIO PERIODICO DEGLI ALBERI MONUMENTALI

Gli Alberi Monumentali vengono periodicamente sottoposti ad analisi approfondite per testarne le condizioni di salute.

A Febbraio 2021, grazie all’ausilio di tecnici specializzati, è stata realizzata un’indagine VTA (Visual Tree Assessment) che mediante laser scanner e sensori ultrasonici di ultima generazione ha permesso di esaminare le caratteristiche morfologiche e strutturali degli Alberi tutelati di Parco Massari.

La terapia individuata al termine dell’indagine prevede la somministrazione di fosfiti di potassio in primavera per migliorare le condizioni fitopatologiche degli alberi, una specifica azione di potatura in punti definiti, la sostituzione delle fasce di sostegno, l’installazione di ulteriori elementi per consolidare i rami più esposti e fragili a cui vanno associati interventi ordinari di manutenzione.